PORTFOLIO

SEGNI (2019)

Progetto artistico di arte pubblica pensato per la riattivazione del centro storico di San Donà di Piave (VE), Segni nasce per rafforzare la coesione sociale e rivitalizzare l'immagine di contesti urbani marginali e particolarmente fragili. Si tratta di un format che, attraverso la realizzazione di installazioni interattive attive sul lungo periodo negli spazi pubblici dei luoghi interessati, ambisce alla costruzione di nuove narrazioni territoriali a sostegno di processi di rigenerazione urbana dei centri storici minori.

Un progetto di WAC_We Are Costellazioni (Elisa Ferrari + Luca Zanellato). Progetto vincitore del bando Spiriti Creativi di INN Veneto e realizzato grazie al contributo di ForCoop Venezia e Urbact San Donà di Piave.

TISSAGE (2019)

TISSAGE è un progetto artistico che riflette sul concetto di identità e che ambisce a divenire attivatore di processi di inclusione attraverso azioni e pratiche partecipative: il processo creativo mescola i linguaggi artistici della danza, del graphic design e del cucito, al fine di realizzare un oggetto artistico simbolo di una nuova narrazione comunitaria. La prima esperienza di TISSAGE è stata realizzata all'interno di un progetto di residenza triennale nel quartiere Breil-Barberie di Nantes ed ha portato alla costruzione di una bandiera di quartiere (4mx5m). 
Un intervento artistico durato più di cinque mesi, in cui l’équipe di TISSAGE ha tenuto 22 workshop creativi e formativi a cui hanno partecipato 130 abitanti di tutte le età.

PROGETTO PRODOTTO DA:  CCNN- Centre Chorégraphique National de Nantes. CON IL SOSTEGNO DI: Ministère des Affaires Culturels; DRAC - Direction des affaires culturelles; Ville de Nantes; Région des Pays de la Loire et le Département de Loire-Atlantique. IN RESIDENZA PRESSO: LOLAB (Nantes). Progetto realizzato in collaborazione con Luca Zanellato, Aude Sallé, Romane Roussel. 

.LEADERS/KIDS (2018) 

.Leaders/Kids è un device interattivo che, attraverso il filtro del gioco scenico, accompagna i giovani spettatori e le loro famiglie verso una riflessione sulle dinamiche decisionali e di responsabilità all'interno della comunità di cui fanno parte. 
.Leaders/Kids si presenta come una forma sperimentale di community project itinerante che invita gli spettatori a partecipare attivamente alla costruzione drammaturgica e formale dell'azione scenica. 

PRODUZIONE e REALIZZAZIONE: Collettivo PirateJenny. COPRODUZIONE: CCN Centre Chorégraphique National de Nantes; CID Oriente Occidente Festival Rovereto. CON IL SOSTEGNO DI: Artedanzae20; DanzhausPiù Milano; RAMI Residenza artistica multidisciplinare Ilinxarium Inzago. 
Progetto semifinalista al Premio Scenario Infanzia 2017. 

CAPOLAVORO (2018)

CAPOLAVORO è un progetto di educazione al movimento e di allenamento allo sguardo per bambini e ragazzi delle scuole primarie. La specificità di CAPOLAVORO è l’interazione tra ricerca sul movimento e discipline altre e consiste in un laboratorio esperienziale in cui il vettore principale è il corpo che diviene strumento di conoscenza, condivisione e creazione del pensiero.

La prima edizione di CAPOLAVORO ha avuto luogo presso SPAZIO FATTORIA @ Fabbrica del Vapore. Progetto realizzato in collaborazione con Caterina Basso e Sara Catellani.

CHERLEADERS (2016) 

CHEERLEADERS è un device scenico che indaga i concetti di responsabilità e potere all'interno di una comunità. Un dispositivo di gioco multiplayer in cui spettatori e performer sono coinvolti in un processo decisionale e creativo condiviso. Lo spettacolo, che prevede esiti formali differenti per ogni rappresentazione, è quindi il risultato di un'azione collaborativa estemporanea di ascolto e partecipazione.

PRODUZIONE e REALIZZAZIONE: Collettivo PirateJenny/Terra di Nod; CON IL SOSTEGNO DI: MarcheTeatro, Quelli di Grock, Pim Off, Cantieri Teatrali Koreja, I Macelli No Theatre, Electa Creative Arts; NEXT - Regione Lombardia.
Spettacolo vincitore di: Premio Outlet – Circuito Teatrale Abruzzo 2016; Vetrina della Giovane Danza D'Autore - Circuito Anticorpi XL 2016; Danza Urbana Xl 2017.

ALTHOUGH OF COURSE YOU END UP BECOMING YOURSELF (2015)

Il progetto Although Of Course You End Up Becoming Yourself è un progetto contenitore che si compone di pratiche. Ogni pratica consiste in una durational performance. Il lavoro indaga le dinamiche dell'incontro e della relazione umana nell'ambito celebrativo della festa intesa come momento in cui l'azione diviene vera e condivisibile, compiendosi attraverso la partecipazione e la celebrazione dello stare. 

PRODUZIONE: EFFETTI; CON IL SOSTEGNO DI: di Ariella Vidach/AIEP RESIDENZE: NAO – Performing Art Festival (Milano); InVisible Cities – Urban Multimedia Festival (Gorizia); Ricerca X (Torino). Progetto realizzato in collaborazione con Giulia Tosi.

ADO (2014)

ADO è un progetto sul tema dell’identità e consiste in una serie di atelier rivolti a gruppi di adolescenti e preadolescenti, condotti in differenti città in più paesi e che prevede restituzioni sul territorio attraverso installazioni/performance site specific e la pubblicazione finale di un libro fotografico. 
Il progetto, declinato in maniera specifica sulla tematica del bullismo, è stato scelto da Amnesty International Italia per la campagna “Stop Bullying”contro il bullismo nelle scuole. Il progetto ad oggi è stato realizzato a: Tremblay (Parigi - FR), Besançon (FR), Torino, Roma, Napoli.

PRODUZIONE: Les Deux Scènes – Scène Nationale de Besançon; Amnesty International Italia;Théâtre Louis Aragon de Tremblay-en-France, Cie EDA. Progetto realizzato in collaborazione con Ilaria Turba.

Negli anni ho collaborato con e/o sono stata sostenuta tra gli altri da:

Progetto OVERLAP (Cia Senza Confini di Pelle + Ente Parco Asinara + Sprar Sassari),
 Centre Chorégraphique National de Nantes (FR), Inn Veneto / FoorCoop Venezia (IT), Ville de Nantes (FR), Vittoriale degli Italiani (IT), DRAC – Direction Régionales es Affaires Culturelles (FR),  Act Festival Bilbao (SP) , Festival Oriente Occidente (IT), Les Deux Scènes – Scène National de Besançon (FR), Angers Nantes Opera (FR), Le Pont Superieure (FR), Compania National de Bailado (Lisbona - PT), CNDC - Angers (FR), Atelier de Paris Carolyn Carlson (FR), Ballet Junior Genève (CH).

Premi e riconoscimenti:

2019 Vincitrice del bando Spiriti Creativi di Inn Veneto (San Donà di Piave); 2016 Vincitrice del Bando Invisible Cities Festival (Gorizia/Nuova Gorica); 2015 Assegnista presso Seminario Festival di Avignone Progetto di Pro-Helvetia sostenuto da MIBACT; Vincitrice Borsa MOVIN'UP 2015 - GAI Giovani Artisti Italiani e Mibact; Vincitrice del Bando NAO_Performing Art Festival 2015 (Milano); 2005 Vincitrice del Premio Artisti in Villa- Ass. D'Ars – Oscar Signorini Onlus (Milano).

Con Collettivo PirateJenny: finalisti al Premio Equilibrio (RM), al Premio Prospettiva Danza (PD) e al Festival per la Nuova Drammaturgia Contemporanea ARGOT off (RM); Vincitori di Next_Regione Lombardia 2013/2015; Vincitori Cantiere Campsirago14-16; Semifinalisti al Premio Scenario 2013 e 2016; Vincitori  Presente/Futuro (Palermo) e  Uscite d'Emergenza - Galleria Toledo (Napoli); Vincitori premio OUTLET di Acs Abruzzo; Vincitori Vetrina Anticorpi XL 2013/2015; Vincitori Danza Urbana Xl 2017.