Coreografia e danza: Elisa Ferrari
Progetto Finalista del bando Lidia Petroni 2011

 

Indagare la solitudine.
Uno spazio. Vuoto. Qualche oggetto, forse. Come gli oggetti della vita quotidiana, lo spazio domestico.
Chi siamo quando siamo soli con l'intimità del nostro io?
Rifiutare l'esterno, l'altro. E allo stesso tempo bramarlo.
Essere tutto. Essere il nostro personale supereroe.